venerdì 26 aprile 2013

Antonio Urzi

Mi trovavo in camera da letto e nel mezzo della notte mi svegliai per una luce fortissima di colore bianco. Cercai di aprire con fatica gli occhi appiccicati dal sonno e con mia sorpresa vidi davanti a me una croce splendente… spaventato urlai dalla paura e chiamai subito mia madre che tempestivamente venne per calmarmi… poi, si susseguirono altre vicende che ricordo nei giorni e mesi a seguire… attratto da quegli oggetti argentei che vedevo al mare di giorno, e quelle luci colorate ferme sopra di me che vedevo all’imbrunire.

giovedì 25 aprile 2013

Gli UFO sopra Washington DC


27 Luglio 1952: "Noi non conosciamo le cause dei fenomeni segnalati, ma siamo convinti che non costituiscono una minaccia per il nostro paese. Non possiamo evidentemente escludere con certezza assoluta che non si tratti di visitatori venuti da altri pianeti."

John Alexander Samford
Generale Aviazione U.S.A
(29 Agosto 1905 – 20 Novembre 1968)

mercoledì 24 aprile 2013

Volo 1628 Japan Air Lines

Secondo il capitano Kenju Terauchi, il co-pilota Takanori Tamefuji e l’ingegnere di volo Yoshio Tsukuda, due piccole luci ed un luminoso oggetto enorme fu visibile sui loro radar per più di mezz’ora mentre veniva osservato visivamente volando a 350 miglia (550 chilometri) a sud attraverso dello Yukon di Anchorage in Alaska. Terauchi chiamo gli oggetti “le due navi di piccole dimensioni e la nave madre”, e rimarcò lo stupore osservando mentre scomparve e riapparve e quindi si mosse rapidamente fino a fermarsi all’improvviso.

17 Novembre 1986

martedì 23 aprile 2013

Project Moondust


Il progetto "Moon Dust" riguardava l'istituzione di squadre specializzate in operazioni di "Crash and Retrieval", finalizzate al recupero di velivoli spaziali stranieri precipitati o abbattuti.
Ufficialmente, il progetto era deputato alla ricerca di satelliti sovietici caduti sulla terra, mentre in realtà,serviva per il recupero di UFO, poi attraverso il progetto "Blue Fly", l'Aeronautica disponeva la consegna immediata di ogni velivolo spaziale straniero recuperato e di qualsiasi altro materiale di interesse tecnico alla base aerea di Wright Field a Dayton, nell'Ohio dove sarebbe stato esaminato

Tratto da "Il giorno dopo Roswell" del Col. Philip J.Corso

domenica 21 aprile 2013

Clifford Stone

"Il mio interesse è incentrato sul Progetto Moon Dust e sull'Operazione Blue Fly, che avevano a che fare col recupero di UFO. La US Air Force possiede un'installazione a Fort Belvoir, in Virginia, identificata come "Air Intelligence Group 696" ed è responsabile della raccolta di dati e materiale UFO. [...] Le citerò un episodio avvenuto in Brasile. Due contingenti militari aprirono il fuoco da terra su due UFO che risposero, causando perdite del 60 per cento nei materiali e 80 per cento del personale. Quindi, siamo in grado di sostenere un'azione ostile? Assolutamente no. Un sacco di gente credeva che uno scenario alla Indipendence Day fosse possibile. Ma in realtà, era in corso un'invasione di forze ostili dallo spazio o da altre potenze - e non sto parlando di una razza, ma di 57 razze diverse". 

Sergente Clifford Stone

venerdì 19 aprile 2013

Greifswald - Peenemunde (1990)

Era il 25 agosto del 1990 e la zona era la base nucleare di Peenemunde, l'area ove, durante la guerra, i nazisti avevano testato le V-2. Erano circa le 20.30 quando centinaia di persone videro una formazione di UFO (in un filmato si scorge un grappolo di sette luci disposte a V) che evoluiva sopra la zona. Vennero girati quattro differenti filmati, da altrettanti punti. Una di queste riprese fu effettuata da un testimone altamente credibile, una dottoressa specializzata in medicina nucleare, la russa Ludmilla Ivanova, che, assieme al marito, vide e filmò due formazioni di UFO sopra l'isola di Ruegen, nel mar Baltico. Venti oggetti in formazione vennero filmati da un gruppo composto da due fisici nucleari e due campeggiatori di ritorno dalla Svezia, su un ferry boat. La base di Peenemunde aprirà il fuoco contro gli UFO, ma invano. 

giovedì 18 aprile 2013

L'incidente di Rendlesham


"vorrei che fosse perfettamente chiaro che l'UFO che vidi era una macchina costruita (strutturata) che si muoveva sotto controllo intelligente, operante oltre ogni ambito, al di là di qualsiasi cosa abbia mai visto prima o dopo. Credo che l'oggetto che così da vicino vidi , fosse di origine extraterrestre e che entrambi i servizi di sicurezza degli USA e dell'Inghilterra siano stati complici nel sovvertire il significato di ciò che avvenne a Rendlesham utilizzando i soliti metodi di disinformazione ben collaudati."

Lt. Col. Charles Halt

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...